venerdì 1 novembre 2013

Spera

Salve, cari visitatori!
Finalmente torniamo a scrivere una recensione! Oggi vi parleremo della pizzeria Spera, che si trova in via della Cernaia 9/r, in zona Rifredi-Statuto e che a Firenze gode di una buona, anzi, ottima, fama. Abbiamo letto che la pizzaiola ha anche vinto il primo premio ai campionati mondiali della pizza del 2002, come riportato dall'attestato appeso al muro di una sala del locale.
Dobbiamo dire che la nostra esperienza, purtroppo, non è stata delle migliori. Ma andiamo per ordine, spiegando così il perché.
Il locale è piuttosto angusto, più adatto alla pizza d'asporto che a ospitare persone ai tavoli: si entra dove si trovano la cassa e il forno, quindi si scende nel seminterrato composto da due salette carine, rivestite in legno, con tavolini in legno, dove si sta un po' pigiati, se c'è tanta gente.
Abbiamo ordinato una pizza Margherita e una Peccaminosa, con crema di tartufo, burrata pugliese e pomodori ciliegini. La pasta è all'apparenza "napoletana", ma purtroppo si tradisce quando la si mette in bocca: ha un bel cornicione alto, che però è molto croccante, anche se all'interno è soffice; il resto della pasta non è sottile, ma alto circa mezzo centimetro, cosicché il risultato è una pizza piuttosto pesante. A noi fiorentini questo tipo di pasta ricorda la schiacciata all'olio, per dare a chi l'avesse presente, fiorentino o meno, un'idea della consistenza e dell'impressione che ci ha fatto. Insomma, sarebbe buona, ma è veramente troppo pesante, è una sfida per lo stomaco. Il condimento è nella norma: il pomodoro nella Margherita è forse troppo asciutto e un po' acidulo, la mozzarella vi si fonde e confonde, quindi non è facilmente valutabile. Per quanto riguarda la Peccaminosa, devo dire che la burrata era molto saporita e legava bene coi pomodorini e la crema di tartufo; l'unica cosa che non mi è piaciuta molto è stata la mozzarella, che era troppo cotta, quasi secca, formava una sottile e croccante pellicola sulla base della pizza.
Che dire? O siamo stati sfortunati, o la pizzaiola ha cambiato stile, oppure abbiamo gusti diversi dai giudici dei campionati mondiali del mondo del 2002... A noi non è riuscito finire queste pizze ultra-pesanti... Una nota positiva, però, c'è: la scelta di farciture è vastissima, si trovano pizze particolari, davvero originali!
Il servizio ha lasciato un po' a desiderare: i tavolini sono apparecchiati con delle tovagliette di carta gialla e dei tovagliolini di carta; i camerieri sono gentili e disponibili, nella norma .
I prezzi ci hanno lasciati contenti: le pizze vanno dai 4,70 agli 8,50 € al tavolo, 80 centesimi meno se prese d'asporto, le bibite sono economiche, per la media: una lattina di Coca Cola 2 €, mezzo litro d'acqua 1 €.  


Pizza Margherita


















Pizza Peccaminosa


















Insomma, non abbiamo mangiato male, ma troppo, decisamente troppo, ci siamo appesantiti come non ci era mai capitato... Peccato. Forse era la giornata, chissà; fatto sta che i nostri voti sono relativi al giorni in cui ci siamo stati...  Ci dispiace dare un brutto giudizio a una pizzeria considerata tra le migliori della nostra città, ma la nostra esperienza non è stata così buona...

Sperando di trovare una pizzeria migliore la prossima volta, vi auguriamo una buona giornata di Ognissanti!

A presto!!! 


Voti 

Pizza:      B. 2 pizzettine                   / R.  2 pizzettine e mezzo
Locale:    B. 2 pizzettine                     / R. 2 pizzettine
Servizio: B. 2 pizzettine                     / R. 2 pizzettine
Prezzi:     B. 4 pizzettine e mezzo/ R. 4 pizzettine e mezzo

Voto complessivo: B. 2 pizzettine e mezzo/ R. 3 pizzettine 

2 commenti:

  1. Ottima recensione, dimostrate di vere gusto e qualità, molto bene.

    RispondiElimina
  2. Il bravo recensore dice le cose come stanno, anche (e soprattutto) quando sono spiacevoli: bene così!

    RispondiElimina

Vi ringraziamo per i vostri commenti!