sabato 16 giugno 2012

Ricetta: come preparare la nostra pizza Kamut ®

Come preannunciato qui, eccoci a descrivervi il nostro "metodo" per la realizzazione della pizza in casa . Il procedimento è lungo, richiede praticamente mezza giornata, quindi, se volete seguire la nostra ricetta, armatevi di molta pazienza... Sarete molto probabilmente ricompensati dal risultato!

Ingredienti
 

Impasto per cinque pizze circa:
  • 1 Kg di farina di Kamut®
  • 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva
  • 1 bicchiere di latte
  • Acqua q.b.
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 1 panetto di lievito di birra

Condimenti
  • Pomodori pelati o passata di pomodoro
  • Mozzarella
  • Origano
  • Qualsiasi altro ingrediente che vi piaccia inserire nella vostra pizza ^__^. 

Preparazione

Vi consigliamo di iniziare a preparare la pasta subito dopo pranzo, verso le 14.30-15, se prevedete di mangiare le pizze a cena, in modo da avere tutto pronto per le 20 circa. Se siete soliti cenare più tardi o prima, regolatevi di conseguenza, tenendo conto che per una lievitazione ottimale occorrono circa cinque ore, considerando i tempi di "lavorazione" dei vari ingredienti.
Prima di tutto pulite bene il piano di lavoro (tavolo/pezzo di cucina/qualsiasi altro appoggio) e asciugatelo accuratamente perché poi dovrete ricoprirlo di farina.
Rendetevi a portata di mano gli ingredienti per la pasta:

Latte, sale, farina, olio extravergine d'oliva, zucchero, lievito

Prendete una ciotola capiente e mettetevi circa tre quarti della farina a fontanella: 




Sciogliete il lievito in un bicchier d'acqua...


... e versate il tutto sulla farina.



Aggiungete lo zucchero, il latte, l'olio e il sale; iniziate a mescolare tutto con un mestolo o una forchetta...


... poi impastate con le mani, aggiungendo via via farina o latte (se il composto è troppo "appiccicoso" o viceversa troppo farinoso) amalgamando bene tutti gli ingredienti per qualche minuto, per ottenere un bel panetto compatto, di consistenza abbastanza morbida ed elastica. 



Formate dei panetti più piccoli e adagiateli su un piano cosparso di farina posto in un luogo piuttosto caldo, quindi copriteli con un canovaccio e lasciateli lievitare per un'ora circa (se stanno più tempo lieviteranno semplicemente di più, quindi non vi preoccupate ).




Trascorso il tempo dovuto, i panetti saranno lievitati!




Prendete una quantità di pasta adeguata a una pizza (noi in genere ne prendiamo una sferetta dalle dimensioni di un'arancia grande), ponetela sul piano di lavoro precedentemente cosparso di farina e standetela con un mattarello rendendola un disco alto quanto volete: se amate la pizza alta come noi, vi consigliamo un'altezza di circa mezzo centimetro, se invece apprezzate maggiormente pizze più basse e croccanti, usate meno pasta o stendetela di più. 




Ripetete queste operazioni finché non avrete reso dischi tutta la pasta lievitata.
Adagiate le pizze su un piano situato in un ambiente piuttosto caldo e lasciatele lievitare per due ore e mezzo circa. 





Quando saranno passate da due ore a due ore e un quarto (dipende da quali farciture, quindi quali ingredienti da preparare, avrete scelto), preparate i vari condimenti. Di seguito indichiamo il modo in cui procediamo per alcune pizze "sperimentate". Non sto a dire che sono solo esempi, da questo momento in poi sta a voi inventare! 


Margherita

- Frullate i pomodori pelati con un po' di sale e - se gradite - olio (noi siamo salutisti e non "ingrassiamo" il sugo) o semplicemente salate - e semmai aggiungetevi olio - la passata di pomodoro
- Tagliate la mozzarella a cubetti.


Stendete prima il pomodoro...


... e poi mettete la mozzarella:





Porcini 

- Frullate i pomodori pelati con un po' di sale e - se gradite - olio (noi siamo salutisti e non "ingrassiamo" il sugo) o semplicemente salate - e semmai aggiungetevi olio - la passata di pomodoro
- Tagliate la mozzarella a cubetti
- Cuocete i funghi in padella con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio e un pizzico di sale (se volete anche del prezzemolo)

Zucchine e carote bianca 

- Tagliate la mozzarella a cubetti
- Bollite le carote e le zucchine

Ricotta e Porcini bianca (la mia "creazione" preferita) 

- Tagliate la mozzarella a cubetti
- Cuocete i funghi in padella con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio e un pizzico di sale (se volete anche del prezzemolo)
- Preparate della ricotta fresca

Di questa pizza spesso faccio la versione dietetica (per me), senza mozzarella: è ottima anche così!

Mi fermo per non essere prolissa, saprete anche voi inventare le pizze che più vi possono piacere!  

Preparati gli ingredienti e messi gli stessi sulla/-e pizza/-e, non vi resta che l'ultimo e  fondamentale passo: la cottura! 
Noi abbiamo un bellissimo forno elettrico che raggiunge fino a 400 °C, ve ne avevo parlato qui: il mio amato fornetto è ancora vivo ed è un alleato indispensabile per le nostre serate "pizzose". Con questo metodo il tempo di cottura è intorno ai 13 minuti, una volta che si sia adagiata la pizza direttamente sulla pietra refrattaria.






In ogni modo, se non siete così organizzati, potete utilizzare un forno normale: una volta abbiamo provato a Pisa, con il forno a gas della mia cucina, le pizze sono risultate di consistenza più compatta e croccante ma buone!

Ecco il risultato della nostra ultima Margherita:




Purtroppo l'ultima volta non abbiamo avuto una lievitazione ottimale, di solito ci va decisamente meglio, come avrete visto dalle foto mostrate tempo fa. 
Di seguito vedete alcuni esempi di pizze passate (le migliori, a nostro parere).


Margherita con doppio pomodoro

Anche se non sembra (l'aspetto forse non è il massimo), questa era davvero buona! Come avrete notato B. esagera sempre col pomodoro , fosse stato per me ce ne sarebbe stato la metà! 
Ecco poi altre pizze, che spero non piacciano solo a me!

Ricotta e funghi porcini


Buonissima per chi ama i funghi porcini e vuole una pizza più leggera, con ricotta e meno mozzarella (io la faccio anche senza mozzarella, ancora più leggera, se pur si tratti sempre di una pizza).


Ricotta e carote


Anche questa è ottima, per chi apprezza le carote (lo so, sono un po' "verduraia"!)...


Ricotta, porcini e zucchine

... Questa è la mia preferita, attualmente, la adoro! 

Ovviamente prima di arrivare a fare pizze davvero buone bisogna faticare un po', bisogna avere pazienza quando il risultato non è quel che ci si aspettava e apprezzare i nostri sforzi: così è successo a noi, che all'inizio non eravamo così bravi. Neanche ora siamo pizzaioli provetti, certo, però siamo migliorati e miglioreremo col tempo.
Può darsi che vi riescano delle ottime pizze dall'inizio, il nostro intento è proprio quello di aiutare, con la nostra piccola esperienza, chiunque voglia cimentarsi con questa ricetta.
Ci auguriamo di aver fatto un lavoro utile, fateci sapere se avete dubbi o curiosità!!!

A prestissimo!

4 commenti:

  1. Interessante questo versione, deve essere molto buona!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E con quel forno lì, le pizze come vengono fuori?

      Elimina
  2. Ho comprato ieri questa farina, per curiosità.... tutti ne parlano! Proviamo pure questa ;)

    RispondiElimina
  3. Buon giorno,belle le tue pizze!!oltre alla farina vorrei comprare la macchina per cuocere le pizze!!come ti ci trovi?

    RispondiElimina

Vi ringraziamo per i vostri commenti!