lunedì 20 giugno 2011

Pantarei

Buongiorno a tutti, ci auguriamo che abbiate passato una bella domenica e che iniziate con un bel lunedì, con questo bel tempo e il caldo viene sempre più voglia di andare a tuffarsi in piscina o al mare!  
Ieri sera io e il mio compare siamo stati a mangiare in una nuova trattoria-pizzeria, la Pantarei, in via Vittorio Emanuele II, 21/r. Nonostante il luogo mi fosse molto noto perché ci sono passata davanti ogni mattina di scuola dal 2000 al 2005 (è di strada da casa mia al mio liceo), non mi ci ero mai fermata a mangiare... così, ieri, con B. abbiamo deciso di "colmare questa lacuna"!  
Il nome del locale, d'ispirazione eraclitea (chissà se il proprietario aveva studiato Eraclito e il significato del suo πάντα ῥεῖ, "tutto scorre") potrebbe far pensare a un'ambientazione greca o in qualche modo collegata alla Grecia antica, ma così non è: le stanze sono verniciate di rosso Bordeaux e alle pareti ci sono mensole in legno intagliato decorato in oro, il tutto condito da lampadari vistosi di vetro/cristallo che illuminano con la loro luce piuttosto fioca dei tavoli in legno con piani di mattonelle di ceramica... Suggestivo, forse un po' pomposo, certo sicuramente non ha niente a che vedere con il nome.
Le pizze che abbiamo ordinato sono state una Margherita e una Napoli (la prima volta che assaggio una pizza Napoli in assoluto); dopo un'attesa minima abbiamo ricevuto i nostri bei piatti. La pasta era ottima, cotta al punto giusto, con un bordo alto circa 1,5 cm, più sottile al centro, forse di dimensioni un po' minori rispetto ad altre pizze; il pomodoro era fresco, per niente bruciacchiato, dal gusto pieno, salato il giusto, la mozzarella era filante e gustosa, ben amalgamata al resto della farcitura. Questo per la Margherita, ma anche per la Napoli, che aveva in più capperi e acciughe saporiti ma non eccessivamente salati (quindi buoni ).
Sul servizio dobbiamo dire che sarebbe ottimo, se non fosse per il coperto: i camerieri sono molto gentili e disponibili, l'attesa per le pietanze è davvero esigua (pochissimi minuti!), ma per due tovagliette e tovaglioli di carta, posate, bicchieri e piatti, 2,50 € sono davvero troppi.
Eccessivi anche i prezzi delle pizze, che vanno dai 6 (la Biancaneve e la Marinara, ma la Margherita cosa 7,50) ai 10 €, mentre le bevande sono più o meno nella media.
Cosa dire? Provatelo, anche se è caro vale la pena gustarci delle buone pizze (o quel che volete, fanno anche primi e secondi), se non avete voglia di risparmiare e volete stare in una zona tranquilla di Firenze non troppo lontana dal centro ^__^. 


Pizza Margherita
















Pizza Napoli















Cosa abbiamo ordinato:

2 Pizze Margherite
1 Pizza Napoli
1 Coca-Cola media
1 bottiglia di acqua naturale da 0,75 l

Totale 33,50 € 


Voti

Pizza:      B.    / R.
Locale:    B.            / R.           
Servizio: B.    / R.
Prezzi:     B.                         / R.

Voto complessivo: B.   / R.  



Aggiornamento al 17/12/2014

La pizzeria, da un po' di tempo, ha cambiato nome e gestione: ora al suo posto sorge  il ristorante Alborada, che ci riserviamo di provare appena possibile. 
 

Nessun commento:

Posta un commento

Vi ringraziamo per i vostri commenti!